Flora e Fauna

La Repubblica Dominicana ospita circa 6.000 specie di flora e 7.000 specie di fauna. L’uccello delle palme, Cigua Palmera, è una specie endemica dell’isola ed è l’uccello simbolo della Repubblica Dominicana; il fiore nazionale è invece la rosa di Bayahibe, un fiore di cactus anch’esso endemico dell’isola. Rettili e anfibi sono ben rappresentati e tra questi spiccano il coccodrillo americano e l’iguana di Ricordi, purtroppo entrambi a rischio di estinzione. Le regine della fauna dominicana sono le quasi 1.500 megattere che ogni anno tornano fedelmente nella Baia di Samaná per accoppiarsi e riprodursi nelle sue tiepide acque.

 

Fiori e piante

La Repubblica Dominicana ospita ben 6.000 specie di piante, 2.050 delle quali sono endemiche, vale a dire che crescono soltanto qui. La più preziosa è l’esotica Pereskia quisqueyana, o Rosa de Bayahibe, il fiore nazionale. Si tratta di una rara specie di cactus che sviluppa foglie e fiori di un delicato color rosa e che è originaria al 100% della regione di Bayahibe.

Il caoba, o mogano, è l’albero nazionale della Repubblica Dominicana. Le altre specie più comuni sono la ceiba, il cedro delle Indie Occidentali, l’albero delle zucche (Crescentia cujete) e, naturalmente, un’ampia varietà di palme tropicali originarie dell’Africa, che punteggiano le spiagge e le colline del paese. La palma da cocco si trova ovunque, mentre la palma reale, simbolo della Repubblica Dominicana, compare nella bandiera nazionale. In estate si può ammirare la fioritura del Flamboyant o albero di fuoco, una specie importata, che dipinge di un rosso intenso i cigli delle strade e i campi. Nelle città situate in altitudine, nella regione centrale della Repubblica Dominicana, abbonda il pino creolo, adatto al clima freddo.

Gli amanti dei fiori troveranno numerose varietà tropicali, in particolare orchidee, presenti con oltre 300 specie. Sono visibili nelle fresche vallate di Jarabacoa e Constanza, in parchi circoscritti, come il Giardino botanico nazionale di Santo Domingo, il più grande dei Caraibi, nei giardini botanici di Loma Isabel de Torres a Puerto Plata, e nello Scape Park, presso Punta Cana. La provincia di Constanza è nota per le sue variopinte piantagioni di fiori, un’eredità della comunità giapponese che migrò nella Repubblica Dominicana nel 1956, dopo la seconda guerra mondiale, per svolgere lavori agricoli.

Il modo migliore per ammirare in un singolo luogo la ricchezza floristica della Repubblica Dominicana è una visita a uno dei suoi parchi nazionali.

 

Fauna marina

Lungo i 1600 chilometri della costa e delle isole circostanti, i mammiferi marini trovano il loro habitat ideale, sia in acque atlantiche che caraibiche. Oltre alle famose megattere, fiore all’occhiello della fauna dominicana, che solcano la Baia di Samaná da metà gennaio a fine marzo, si rileva un’importante presenza di lamantini e tartarughe.

Il lamantino dei Caraibi vive negli estuari dei fiumi e nelle lagune, soprattutto lungo la costa settentrionale, dove molti di questi mammiferi erbivori a rischio di estinzione trovano rifugio nella laguna protetta del Santuario dei mammiferi marini Estero Hondo.

Quattro specie di tartarughe – la tartaruga comune (caretta caretta), la tartaruga verde, la tartaruga liuto e la tartaruga embricata – nidificano nelle spiagge incontaminate dell’isola di Saona. Possono essere avvistate anche a sud-ovest, nelle acque del Parco Nazionale di Jaragua, un altro sito di nidificazione.

Le barriere coralline sono presenti in diversi luoghi e in svariate dimensioni e in molti casi vengono protette dai danni del turismo di massa. La formazione corallina più intatta si trova all’altezza della costa di Montecristi, ma si possono ammirare coralli molto belli anche intorno alle isole Cayo Arena, Saona e Catalina e al largo della costa nord di Samaná.

 

Coccodrilli e iguane

Il coccodrillo americano vive e si riproduce nel Lago Enriquillo, un bacino di acqua salata situato nella regione sud-occidentale della Repubblica Dominicana e uno dei pochi laghi al mondo con un’alta concentrazione di coccodrilli. Nonostante il livello del lago sia in aumento, questo rettile a rischio di estinzione continua a deporre le uova in estate, indubbiamente il periodo migliore per fare un’escursione in barca e ammirare i numerosi esemplari sulle rive (per motivi di sicurezza non è consentito scendere dalla barca).

La costa sud-occidentale ospita anche le più folte colonie di iguane della Repubblica Dominicana. Ci sono buone probabilità di vederle mentre attraversano le strade della regione calda e secca di Pedernales. L’iguana rinoceronte e l’iguana di Ricordi vivono numerose nel parco protetto del Lago Enriquillo e nel Parco Nazionale di Jaragua.

 

Uccelli

La Repubblica Dominicana è un grandioso santuario naturale per gli uccelli e la sua reputazione in tal senso cresce ogni anno. Trecento specie di uccelli hanno qui il loro habitat e 32 di esse, come la Cigua palmera, sono endemiche, un numero elevato per un singolo paese. Vicino al nido dell’uccello delle palme, ci sono buone possibilità di avvistare la poiana di Ridgway, o Gavilán de la Hispaniola, una specie endemica a rischio di estinzione che ama costruire la propria casa direttamente sopra quella dell’uccello simbolo nazionale.

Altre specie endemiche sono: il picchio di Hispaniola, il parrocchetto di Hispaniola, il corvo collobianco, la tangara delle palme corona nera, la rondine dorata e molte altre.

I siti migliori per il birdwatching sono la Sierra de Bahoruco, habitat della maggior parte delle specie endemiche; il Parco Nazionale Los Haitises, il Parco Nazionale di Jaragua, il Parco Nazionale del Lago Enriquillo e il Parco Nazionale di Valle Nuevo. Numerose specie sono visibili anche lungo le coste e nelle colline settentrionali e meridionali, veri paradisi di uccelli endemici e migratori che si riuniscono attorno alle mangrovie, nonché sulle isole al largo delle coste e nei parchi protetti.

Filter
Categories
Apply Filter Reset
Centra mappa
Traffico
In bicicletta
Trasporti
Google MapsOttieni i Percorsi

Start typing and press Enter to search

Send this to a friend