Consigli per il viaggio

Clima

Grazie alla sua posizione nella regione caraibica, nella Repubblica Dominicana splende il sole tutto l’anno. In altitudine come in città, il cielo dominicano è limpido e azzurro.

Nel periodo che va da dicembre a marzo, il più freddo dell’anno in Europa e America del Nord, il tempo è particolarmente piacevole. Al mattino e alla sera soffia una leggera brezza, con temperature minime intorno ai 18°C, mentre durante il giorno le temperature oscillano tra i 25°C e i 27°C. In montagna e in collina, come ad esempio nelle località di Jarabacoa e di Constanza, le temperature possono scendere ulteriormente, con minime mattutine intorno ai 10°C, e alcune notti perfino al di sotto dello zero.

L’estate è la stagione più calda e piovosa dell’anno, e l’umidità si fa molto intensa nel periodo che va da aprile a ottobre. Le temperature raggiungono i 32°C nelle ore centrali, e i temporali, sebbene di breve durata, sono piuttosto frequenti.

Stagione degli uragani

La stagione degli uragani atlantici inizia ufficialmente il 1° giugno e dura fino al 30 novembre; settembre è considerato il mese più a rischio. La Repubblica Dominicana si trova in un’area soggetta a tempeste e piogge tropicali, ma il rischio di essere colpita da un vero e proprio uragano è piuttosto basso. Nel corso dell’ultimo secolo, solo 11 uragani hanno coinvolto la Repubblica Dominicana. Nell’eventualità che una tempesta tropicale possa interessare l’isola, hotel e compagnie aeree sono sempre informate con abbondante anticipo, in modo da permettere a clienti e viaggiatori di modificare il programma. Questa stagione però, non è di certo un ostacolo per i vacanzieri che raggiungono la Repubblica Dominicana in estate: hotel e compagnie aeree offrono prezzi e sconti speciali per la bassa stagione.

Negli ultimi anni i cambiamenti climatici hanno interessato anche la regione dei Caraibi e, con essa, la Repubblica Dominicana. Le temperature sono generalmente più alte rispetto agli anni precedenti e Madre Natura è diventata molto meno prevedibile.

Una cosa però è certa: nella Repubblica Dominicana il sole torna sempre a splendere.

 

Lingua

La lingua ufficiale della Repubblica Dominicana è lo spagnolo. Come molti dei vicini Stati sudamericani, i dominicani hanno un loro accento ed espressioni idiomatiche e colloquiali tipiche. Sono famosi per parlare in modo incredibilmente veloce, a ritmi particolarmente sostenuti. Tendono a troncare le parole, a omettere sillabe e a non pronunciare alcune lettere, come ad esempio la “s” del plurale (Las Terrenas diventa per loro La Terrena).

Non conoscere lo spagnolo non è di certo un problema: nelle località turistiche si parla correntemente l’inglese. Le guide turistiche e lo staff dei vari alberghi del Paese parlano in genere più lingue, tra cui italiano, francese, tedesco e russo.

 

Vestiario

Una vacanza nella Repubblica Dominicana richiede un buon assortimento di vestiti a seconda della destinazione e dell’itinerario scelto. Costumi da bagno, maniche lunghe e cotone per proteggersi dal sole, shorts per la spiaggia, ma anche outfit casual per il giorno, per visitare le città (a Santo Domingo, è sconsigliabile indossare pantaloni troppo corti) e i monumenti principali. Occorre tenere presente che il costume da bagno è un indumento da indossare in spiaggia, in piscina, nelle aree all’aperto dei resort, ma non per andare a passeggio in città o per entrare in supermercati o ristoranti.

I dominicani ci tengono ad avere un aspetto e un abbigliamento curato in ogni occasione, soprattutto quando si esce la sera. Per questo è consigliabile avere con sé un paio di outfit adatti a cene gourmet e notti caraibiche.

Se si è diretti in montagna, nelle città di Jarabacoa o di Constanza, o in collina, come ad esempio nella regione di Puerto Plata, è consigliabile indossare maniche e pantaloni lunghi, perfino un cardigan, in quanto più adatti per le escursioni e per le temperature più basse, soprattutto al mattino e durante la notte.

È inoltre consigliabile portare con sé farmaci da prescrizione, protezioni solari (alcune marche sono acquistabili anche sul posto), cappelli, occhiali da sole e repellenti per zanzare. Se si ha intenzione di spostarsi di frequente o su lunghe tratte, è consigliabile portare con sé qualche libro e degli auricolari.

La Repubblica Dominicana è uno Stato moderno ed è possibile trovare tutto ciò di cui si ha bisogno nei centri commerciali delle principali località turistiche, dai negozi di giocattoli ai negozi di abbigliamento, dalle farmacie ai negozi di alimentari. I prodotti importati costano generalmente di più che nel Paese di origine.

 

Moneta

La valuta locale è il peso dominicano (DOP). Il tasso di cambio dipende dagli scambi giornalieri e dagli scambi sul mercato locale.
Riportiamo qui di seguito alcune informazioni utili sui tassi di cambio:
100 DOP = 2 USD
500 DOP = 10 USD
1000 DOP = 20 USD

Dollari americani e Euro possono essere facilmente cambiati presso le banche e gli uffici di cambio autorizzati presenti in tutto il Paese. Alcuni uffici di cambio accettano anche dollari canadesi, franchi svizzeri, corone danesi, svedesi e norvegesi, yen e sterline.

Gli sportelli automatici delle varie banche locali, come Scotiabank e Banco Popular, sono disponibili in molti punti del Paese e consentono di prelevare valuta locale in maniera sicura e con tassi di cambio vantaggiosi. Si consiglia di usare gli sportelli automatici interni alle filiali e di prelevare somme per uso giornaliero. La parola spagnola per ATM è cajero. Per avere un’idea più precisa della somma che si vuole prelevare, si consiglia di scaricare un’app gratuita, come ad esempio XE.

Gli sportelli automatici di Banco Popular, Banco BHD León, Banco Progreso e di Scotiabank accettano carte di credito americane ed è possibile selezionare il menu in lingua inglese o in lingua spagnola. È molto probabile trovare degli sportelli automatici negli aeroporti, nei supermercati, nei resort e nei centri commerciali.

 

Mancia

Nel conto del ristorante è incluso il prezzo del servizio, che corrisponde al 10% dell’importo e che si va ad aggiungere al 18% dell’IVA, indicata con la sigla ITBIS. Ad ogni modo è buon uso lasciare un ulteriore 10% di mancia direttamente al cameriere.

Ai tassisti di solito non è necessario lasciare una mancia. È possibile però che il tassista sia particolarmente gentile o disponibile, e che il cliente desideri lasciare una mancia per ringraziarlo del servizio reso.

 

Tensione di rete

La tensione di rete nella Repubblica Dominicana è di 110 volt. I visitatori provenienti da USA e Canada non necessitano di adattatori e possono usare direttamente l’alimentazione elettrica. I viaggiatori provenienti dall’Europa o da altri Paesi in cui la tensione di rete è di 220 volt, devono necessariamente portare con sé degli adattatori e dei convertitori. I resort più prestigiosi ne hanno sempre qualcuno a disposizione in reception; tuttavia, è sempre consigliabile portarne qualcuno con sé per essere sicuri di non rimanerne sprovvisti.

I resort, in genere, dispongono di generatori per far fronte a eventuali interruzioni di corrente. Nelle aree esterne al resort, nei piccoli hotel o in campagna non è raro che si verifichino interruzioni o sovraccarichi di corrente. Si consiglia di fare attenzione ai propri dispositivi elettronici, a meno che non siano dotati di scaricatore di sovratensione integrato.

 

Salute e sicurezza

Sentiti tranquillo e a tuo agio grazie ai nostri pratici consigli.

Acqua

Si consiglia di non bere acqua dal rubinetto o dalla doccia, bisogna acquistare sempre dell’acqua in bottiglia. Gli hotel di solito forniscono gratuitamente un paio di bottiglie d’acqua al giorno per stanza, o hanno distributori d’acqua filtrata a disposizione degli ospiti. Colmados, piccoli alimentari e supermercati vendono bottiglie d’acqua e altre bibite.

Protezione solare

Il sole dei Caraibi è molto forte, anche nelle giornate nuvolose. È consigliabile proteggere la pelle dai raggi solari in ogni occasione, al mare, in barca o in giro per la città. È preferibile portare la protezione solare preferita da casa: i negozi locali e quelli all’interno dei resort hanno a disposizione diverse marche cosmetiche, ma non tutte, e presumibilmente a un prezzo superiore rispetto al costo abituale.

Si consiglia inoltre di usare un repellente per zanzare durante le escursioni, in spiaggia o in campagna, per evitare fastidiose punture. Durante le escursioni, è preferibile indossare pantaloni e magliette a manica lunga.

Sicurezza personale

Buon senso e cautela sono le regole principali per chi visita la Repubblica Dominicana o qualsiasi altra destinazione turistica. Si raccomanda di:

  • conservare il proprio passaporto e gli oggetti di valore nella cassaforte dell’hotel, e portare con sé un documento di riconoscimento o una copia del passaporto;
  • non indossare gioielli costosi (è preferibile non portarne con sé). In città si consiglia di vestirsi in modo semplice e di conoscere bene tappe e itinerario;
  • usare lo smartphone in modo discreto, soprattutto nelle aree poco turistiche, riponendolo dopo ogni scatto;
  • portare con sé piccole somme di denaro in valuta locale, preferibilmente importi per uso giornaliero. Nel caso se ne possegga una, si consiglia di portare con sé una carta di credito per eventuali emergenze;
  • non camminare da soli la notte, soprattutto in zone poco affollate, preferire le uscite in gruppo e utilizzare i taxi regolari (spesso raccomandati dall’hotel). Si consiglia, inoltre, di non guidare di notte,
  • anche in autostrada, e di pianificare gli spostamenti durante il giorno;
  • non lasciare oggetti di valore in bella mostra in auto, nel caso si scelga di noleggiarne una, anche in aree sottoposte a vigilanza;
  • frequentare luoghi affollati e ben illuminati;
  • imparare qualche parola o frase in spagnolo per poter chiedere informazioni.

Assistenza medica e emergenze

Le zone e le città turistiche offrono numerosi servizi di assistenza medica, ospedali privati, cliniche e personale qualificato per ogni paziente, in base a patologia ed età.

Per qualsiasi emergenza, per richiedere l’intervento di un’ambulanza, dei vigili del fuoco o della polizia, il numero da chiamare è il 911. In alternativa è possibile contattare l’ufficio CESTUR (Cuerpo Especializado de Seguridad Turística) più vicino, dedicato proprio alla sicurezza dei turisti. Nel caso in cui si subisca un reato, gli agenti del CESTUR aiutano le vittime nello stilare un rapporto e nel richiedere assistenza.

 

Shopping

La maggior parte dei negozi sono aperti dalle 8:30-9 alle 17-18 nei giorni feriali, dalle 8:30-9 alle 13 il sabato e restano chiusi la domenica. I centri commerciali e i supermercati delle località principali, invece, sono aperti fino alle 21 durante la settimana e restano aperti anche di domenica, dalle 9 alle 20.

I ristoranti sono aperti generalmente fino alle 22 – mezzanotte, dalla domenica al giovedì, e fino alle 2 di notte il venerdì e il sabato. Il calendario delle ferie nella Repubblica Dominicana è molto particolare , pertanto si raccomanda di consultare la policy del locale sul sito o sulle pagine social.

 

Festività

Sono 12 le feste nazionali ufficiali celebrate nella Repubblica Dominicana. Le più importanti sono Natale e Pasqua, che spesso coinvolgono l’intero weekend: le vacanze iniziano già dal mercoledì, giorno di partenza per chi viaggia in famiglia o vuole fare visita agli amici.
1 gennaio: Capodanno
6 gennaio: Epifania
21 gennaio: Nostra Signora dell’Altagracia (Santa Patrona della Repubblica Dominicana)
26 gennaio: Nascita di Juan Pablo Duarte
27 febbraio: Festa dell’Indipendenza
Marzo: Venerdì Santo (Settimana Santa)
1 maggio: Festa dei lavoratori
31 maggio: Corpus Domini
16 agosto: Restaurazione dell’Indipendenza
24 settembre: Nostra Signora di Las Mercedes
6 novembre: Festa della Costituzione
25 dicembre: Natale

 

Comunicazioni

Come per le infrastrutture, i servizi di telecomunicazione sono tra i più moderni e ad ampio raggio dei Caraibi, dalla telefonia mobile alle connessioni Internet. Gli operatori principali nella Repubblica Dominicana sono Claro e Orange.

Smartphone e SIM Card

Il modo migliore per navigare ed effettuare chiamate nella Repubblica Dominicana, soprattutto in vista di lunghi soggiorni, è quello di procurarsi un proprio numero di telefono. È consigliabile quindi rivolgersi ad uno dei centri Claro o Altice (presenti in alcuni centri commerciali e supermercati) e acquistare una SIM per meno di 5 dollari. Le nuove SIM offrono in genere una decina di minuti di chiamate gratuite. Per acquistare una SIM occorrono:

  • un telefono cellulare o uno smartphone sbloccato
  • un passaporto valido

Una volta attivato il numero, si può ricaricare il credito dell’importo desiderato in qualsiasi punto del Paese. È possibile effettuare la ricarica anche presso i chioschi Banca sparsi nelle città e nelle aree urbane, che vendono anche biglietti della lotteria. Basta fornire il proprio numero di telefono e indicare la somma che si vuole ricaricare.

Wi-Fi

La connessione Wi-Fi è presente in tutta la Repubblica Dominica. È disponibile all’interno di caffè, ristoranti, nelle principali stazioni degli autobus e nelle hall degli hotel. La qualità e la velocità della connessione non sono sempre ottimali, ma sono in linea di massima sufficienti per una rapida occhiata alle e-mail e per gli utilizzi generici.

Se si necessita di una connessione migliore, soprattutto se si è in campagna, è preferibile acquistare un dispositivo MID (Mobile Internet Device), in spagnolo dispositivo móvil, presso un rivenditore specializzato al costo di circa. 50-60 dollari. Per l’acquisto è necessario fornire un passaporto valido. È possibile ricaricare il dispositivo per pacchetti settimanali o per GB.

Start typing and press Enter to search

Send this to a friend