Muoversi nella Repubblica Dominicana

Trasporto pubblico

La rete dei trasporti pubblici della Repubblica Dominicana è sorprendentemente moderna e capillare. I dominicani sono spesso in viaggio, per far visita alle famiglie che vivono in campagna, per affari o per portare i bambini a scuola. I taxi sono onnipresenti e Uber è disponibile nelle tre città principali, Santo Domingo, Santiago e Puerto Plata. I collegamenti urbani sono ben presenti in tutte le località, e collegano fra di loro le città e i centri turistici. I mezzi pubblici non sono soltanto i più affidabili per gli spostamenti, ma sono anche il modo migliore per calarsi nella vita quotidiana della Repubblica Dominicana e per vivere un’esperienza autentica.

La metropolitana di Santo Domingo

Metro Santo Domingo dispone di due line, utilizzate per lo più dai pendolari. Alcune fermate sono particolarmente utili per le attrazioni turistiche. La Linea 1 collega il nord al sud lungo la Avenida Máximo Gómez, da Villa Mella fino al Centro de los Héroes, sede del Congresso, della Corte Suprema, del Dipartimento per l’Immigrazione e di altri uffici governativi. Scendendo alla fermata Casandra Damirón della Linea 1 si arriva direttamente a Plaza de la Cultura, piazza che ospita importanti musei e il Teatro Nazionale. La Linea 2 collega est e ovest lungo l’Avenida John F. Kennedy e tocca l’Ágora Mall (fermata di Pedro Mir) e lo Stadio Olimpico Felix Sánchez. Una corsa in metro costa 40 DOP andata e ritorno, 80 DOP se si sceglie il biglietto giornaliero, a cui vanno aggiunti 15 DOP per la metro card ricaricabile. Le metropolitane sono aperte dalle 6 alle 22.30.

Taxi

Il servizio taxi è disponibile nelle città e nelle località principali. I taxi stazionano principalmente nei pressi delle principali stazioni degli autobus, degli hotel e delle zone turistiche. Nelle grandi città, come Santo Domingo, Santiago e Puerto Plata, è preferibile chiamare un radiotaxi, disponibili solitamente 24 ore su 24. Per non avere brutte sorprese, si consiglia di chiedere aiuto, sia per la scelta che per la chiamata, al personale dell’hotel o a qualcuno del posto. A Santo Domingo, ad esempio, Apolo Taxi e Aero Taxi sono tra le compagnie di servizio taxi più popolari. Se si sceglie di prenotare un taxi via telefono, è consigliabile chiedere all’operatore il colore della vettura, il tempo di attesa stimato e la tariffa per la tratta scelta (le tariffe in città sono stabilite dalle associazioni di categoria).

UBER e Cabify

Il popolare servizio di ride sharing via app UBER è stato lanciato nella Repubblica Dominicana nel 2015 ed è attivo nelle tre città principali di Santo Domingo, Santiago, and Puerto Plata. Cabify invece è attivo solo a Santo Domingo. Questi servizi via app sono comodi e affidabili sia nella Repubblica Dominicana che in altre destinazioni. Molti visitatori scelgono il ride sharing per evitare di chiamare un radiotaxi e parlare in lingua con l’operatore. Le auto sono generalmente in buone condizioni, con cinture di sicurezza funzionanti, aria condizionata e tariffe ridotte in condizioni di traffico normale.

 

Viaggi a lunga distanza

Autolinee interurbane

Uno dei servizi più convenienti della Repubblica Dominicana è offerto dalle comode autolinee interurbane, che collegano le regioni principali del Paese. Sono tre le compagnie a fornire il servizio di corse giornaliere verso i centri principali, con autobus moderni dotati di ogni comfort, dall’aria condizionata, al Wi-Fi al cinema onboard. Metro Tours collega Santo Domingo, Santiago, Puerto Plata, Sosúa, La Romana/Casa de Campo, e offre corse giornaliere per Port-au-Prince, Haiti. Caribe Tours collega Santo Domingo, Santiago, Puerto Plata e Sosúa, con partenze giornaliere piuttosto frequenti, Barahona, Cabrera, Jarabacoa, La Vega, Montecristi, Samaná, altre città della Repubblica Dominicana e Haiti. Expreso Bávaro è l’unica autolinea che collega Santo Domingo a Bávaro ogni giorno, ed è quindi la linea più adatta per i turisti diretti a Punta Cana.

Il costo del biglietto va dai 200 ai 500 DOP. È consigliabile arrivare alla fermata almeno un’ora prima della partenza, per assicurarsi un posto a sedere, ed è preferibile portare con sé una giacca e perfino una sciarpa, poiché nel bus l’aria condizionata è impostata su temperature generalmente molto basse.

Minibus low cost o guaguas

I guaguas sono minibus privati che offrono servizi di linea giornalieri urbani a lunga distanza o verso altre destinazioni della Repubblica Dominicana.

I guaguas che coprono i tragitti a lunga distanza offrono lo stesso comfort dei bus interurbani, con 20-25 posti a sedere, uno per passeggero, e connessione Wi-Fi. Gli “Expreso”, a differenza dei primi, non effettuano fermate intermedie per prelevare altri passeggeri e arrivano a destinazione in meno tempo.

 

Trasporti urbani

Minibus

I guaguas urbani sono solitamente di colore bianco, si fermano lungo i percorsi stabiliti per far scendere e salire i passeggeri su richiesta, e sono i mezzi meno rapidi per muoversi in città. Sono piuttosto affollati ma un posticino appare sempre magicamente proprio quando si teme di non trovarlo. Viaggiare nei guaguas è anche il modo più economico per girare in città. Si consiglia di portare con sé qualche moneta (di solito l’autista non ha con sé molto contante per il resto). In ogni guagua ci sono un autista e un controllore; quest’ultimo invita i passeggeri a salire, incassa i soldi e annuncia, gridando, la fermata richiesta. È consigliabile informare il controllore della destinazione cui si è diretti non appena saliti sul minibus, e avere a portata di mano l’importo esatto.

Scooter-taxi o motoconchos

Gli scooter-taxi sono molto popolari tra i dominicani, soprattutto in città come Santo Domingo e Puerto Plata, e perfino a Jarabacoa, perché sono il mezzo più economico e veloce per evitare il traffico, ma anche il più pericoloso soprattutto nelle città con forte traffico. Nonostante siano obbligatori, molti scooter-taxi sono sprovvisti di caschi. Ad ogni modo, muoversi in scooter-taxi in città di montagna come Jarabacoa e Constanza è il modo migliore per godersi lo splendido paesaggio. Gli autisti degli scooter-taxi ufficiali indossano, non sempre, un gilet dai colori sgargianti. Si consiglia di informarsi sul servizio di motoconcho offerto in città o di chiedere suggerimenti al personale dell’hotel. I costi del servizio vanno dai 25 ai 75 DOP a seconda del tragitto.

Taxi condivisi o conchos

Noti anche come carrito-conchos, carritos o semplicemente conchos, queste vetture a quattro porte offrono lo stesso servizio dei guaguas urbani, si muovono cioè su percorsi stabiliti e si fermano su richiesta dei passeggeri. È possibile trovarli sia nelle grandi città che nei piccoli centri. I taxi condivisi sono un po’ più comodi dei guaguas ma altrettanto affollati. I costi del servizio vanno dai 25 ai 50 DOP a seconda del tragitto, costi decisamente inferiori a quelli dei taxi privati, la cui tariffa base è di 150 DOP.

 

Autostrade

La Repubblica Dominicana vanta una rete autostradale moderna ed efficiente che collega le città principali alla costa e alle località turistiche di maggior interesse. In ottime condizioni, la rete autostradale rivela il paesaggio dominicano in tutto il suo splendore, soprattutto nel tratto che collega Santo Domingo alla penisola di Samaná e a Jarabacoa, e lungo la costa di Puerto Plata.

Nella Repubblica Dominicana ci sono cinque autostrade principali ed è preferibile conoscere qualcosa di più al riguardo, soprattutto se si ha intenzione di noleggiare un’auto per esplorare le varie regioni del Paese. In alcuni tragitti è previsto il pagamento di un pedaggio ed è preferibile farsi consigliare dal personale della struttura in cui si alloggia, prima di intraprendere il viaggio. Ad esempio, sul tratto autostradale che va da Santo Domingo a Boca Chica c’è un unico casello, mentre sul tratto da Santo Domingo a Bávaro ce ne sono quattro. I costi del pedaggio vanno dai 60 ai 100 DOP per casello. Si consiglia di portare con sé piccole somme di denaro in valuta locale. Generalmente si accettano anche pagamenti in dollari, a cui però saranno applicati i tassi di cambio sulla base della valuta locale.

Autostrada 1: Duarte (Santo Domingo – Santiago): L’autostrada Duarte è divisa in quattro corsie e collega la Repubblica Dominicana da nord a sud. Il viaggio panoramico dalla capitale alla seconda città più grande del Paese, Santiago, dura due ore e conduce anche alle località di Jarabacoa e La Vega.

Autostrada 3: Las Américas: L’autostrada collega l’Aeroporto Internazionale Las Américas con la città di Santo Domingo in direzione ovest, e con la città di Boca Chica in direzione est. In direzione La Romana incrocia l’Autopista del Coral.

Autostrada 3: Oscar de la Renta: Questa autostrada, nota anche come Autopista del Coral, collega Santo Domingo con l’area resort di Punta Cana in meno di tre ore, senza passare per Higüey, e con La Romana in meno di un’ora.

Autostrada 5: Carretera de Puerto Plata: Questa autostrada a due corsie si snoda lungo la costa nord, uno dei tratti più colorati e pittoreschi del Paese, tra villaggi di pescatori, spiagge esotiche, colline lussureggianti che si stagliano in lontananza e campi coltivati.

Autostrada 7: Santo Domingo – Samaná: L’autostrada collega Santo Domingo alla parte nord-orientale della penisola di Samaná. Il paesaggio che fa da sfondo all’autostrada è di impareggiabile bellezza, tra le colline ricoperte da piantagioni di palme da cocco che si stagliano su un mare blu intenso. È possibile raggiungere Las Terrenas anche attraverso la Route 133, o Boulevard Turístico del Atlántico, pagando un sovraprezzo di 11 dollari, abbondantemente ripagato però dalla vista delle spiagge mozzafiato e dal panorama offerto dalla piazzola panoramica che affaccia sulla Baia di Cosón.

Autonoleggio

Le principali compagnie internazionali di autonoleggio sono presenti nella Repubblica Dominicana, localizzate nei pressi degli aeroporti internazionali e nelle città. Per tariffe migliori, si consiglia di prenotare in anticipo dal sito della compagnia.

Noleggiare una macchina è particolarmente conveniente se si desidera esplorare una regione (come, ad esempio, Puerto Plata, Punta Cana, Samaná o Barahona) e il tratto costiero. Il servizio è disponibile anche in città ed è preferibile raccogliere qualche informazione sulle varie compagnie o chiedere suggerimenti in hotel. È consigliabile optare per un veicolo a quattro ruote, per una maggiore sicurezza, e avere sempre a portata di mano una cartina stradale. Si consiglia inoltre di munirsi di una buona guida turistica e di imparare qualche frase in spagnolo.

Per noleggiare un veicolo, è necessario:

  • aver compiuto 25 anni
  • avere con sé una patente di guida valida

Si consiglia di optare per una copertura assicurativa totale, inclusa l’opzione Casa del Conductor, che copre dal rischio di arresto immediato in caso di incidenti gravi e di seri danni a terzi. Le auto vengono date a noleggio con il serbatoio pieno e devono essere restituite nelle medesime condizioni.

 

Voli nazionali

Un’alternativa per visitare la Repubblica Dominicana e raggiungere velocemente le destinazioni desiderate è quella di prenotare un volo charter. Gli aeroporti nazionali indicati di seguito offrono voli charter e, raramente, anche voli nazionali per le principali località turistiche delle Repubblica Dominicana, come Santo Domingo, Samaná, Punta Cana, Puerto Plata e Barahona. Le compagnie di voli charter principali sono Air Century, SAP Group, TAS Jet, M&N Aviation, e Aerolíneas Mas.

L’Aeroporto Internazionale La Isabela (JBQ)), noto anche come Aeropuerto Higüero, offre voli di linea commerciali e voli charter, tra cui alcuni voli diretti per Haiti e Cuba.

L’Aeroporto Internazionale Arroyo Barril (MDAB), a Samaná, gestisce i voli nazionali per Punta Cana.

L’Aeroporto Internazionale María Montez (BRX) , appena fuori la città di Barahona, gestisce soprattutto i voli nazionali.

L’Aeroporto Internazionale di Punta Cana (PUJ) , oltre a gestire le tratte internazionali, offre voli charter nazionali.

Start typing and press Enter to search

Send this to a friend