Da febbraio a marzo l’isola caraibica dà il via all’evento più divertente e colorato dell’anno

Milano, 5 febbraio 2014 – Un tripudio di maschere, musica e colori attende i visitatori della Repubblica Dominicana nei mesi di febbraio e marzo per l’arrivo del Carnevale. Questo è uno degli appuntamenti da non perdere in quanto un’occasione unica per respirare l’atmosfera festosa e la cultura popolare dominicana. Da nord al sud del paese varie città e i piccoli centri organizzano parate e sfilate di ogni genere; dalla nota città di La Vega a Puerto Plata, da Bonao a Santo Domingo fino ad arrivare alle zone più turistiche di La Romana e Punta Cana.

Il Carnevale di La Vega, il più popolare e conosciuto a livello internazionale, si svolge a febbraio ogni domenica del mese e termina il 27 febbraio con la parata ufficiale in occasione dell’anniversario dell’Indipendenza Nazionale del paese. Stesse date per i festeggiamenti a Puerto Plata al nord, mentre a Bonao si protrarranno fino all’8 marzo.

La Capitale Santo Domingo ospita invece domenica 1 marzo la parata ufficiale sul suo caratteristico lungo mare “Malecón”, accogliendo i principali gruppi e maschere provenienti dalle diverse province e dai vari distretti, con numerosi carri allegorici e gruppi di ballerini. A Punta Cana nel sud est dell’isola i festeggiamenti sono rinviati al 7 di marzo per cui migliaia di turisti in visita in quest’area avranno la possibilità di vivere le tradizioni culturali e folkloristiche dell’isola.

Il carnevale dominicano è unico al mondo grazie alla mescolanza di influenze derivanti da numerose culture, quella spagnola e quelle proveniente da altri paesi europei e africani, visibili nelle particolari maschere e nei diversi costumi; dai coloratissimi “Diablos Cojuelos” di Santo Domingo ai gruppi “Broncos” e “Fieras” di La Vega, dai diavoli “Lechones” e “Pepines” di Santiago ai “Charamicos” e “Caraduras” di Bonao, proseguendo con i “Guloyas” con costumi ornati di perle di ogni genere di San Pedro di Marcorìs,  i “Taimascaros”, maschere tipiche di Puerto Plata fino alle splendide maschere cornute dei Cachúas nel carnevale di Cabral e alle antiche maschere di Azua.

In tutto il paese il Carnevale è una manifestazione molto sentita e se ne contano ben 13 di ufficiali, ciascuno con le sue personali caratteristiche, nonostante quello di La Vega sia il più riconosciuto tanto da essere stato proclamato patrimonio folklórico nacional dal Parlamento Dominicano. Il Carnevale è ormai un grande motore per lo sviluppo turistico dell’isola in quanto è uno degli eventi più coinvolgenti in grado di attirare grandi folle da tutto il mondo.

Per vivere i festeggiamenti  del Carnevale si propone un Tour Fly and Drive per muoversi in libertà da Santo Domingo a Santiago, da La Vega a Puerto Plata fino all’est dell’isola. Ecco alcuni suggerimenti:

– Voli di linea per Santo Domingo: Alitalia, Air Europa, Air France, Iberia.

– Noleggio auto: Numerose società, tra cui compagnie di autonoleggio internazionali come National, Alamo, Avis, Budget, Thrifty, Europecar, Hertz e Dollar, offrono i propri servizi presso i principali aeroporti, destinazioni turistiche e città.

Per maggiori informazioni:

Ente del Turismo della Repubblica Dominicana

Piazza Castello, 25

20121 Milano

Tel. 02 8057781

www.godominicanrepublic.com

Ufficio Stampa

C/O AIGO

Giulia Cosseddu g.cosseddu@aigo.it / Debora Agostini d.agostini@aigo.it

Tel.  +39 02 669927.1 – Fax. +39 02 6692648

www.aigo.eu

Note:

Materiale fotografico disponibile su

http://www.drsmartlibrary.com/

Scarica la nostra APP gratuita per Apple e Android: GoDominicanRepublic

Seguici su Facebook: www.facebook.com/turismorepubblicadominicana

Inizia a digitare e premi il tasto Invio per cercare:

Send this to a friend