Cayo Arena

Il crucipuzzle di viaggi è oggi dedicato alla Repubblica Dominicana, un paese straordinario dalle mille risorse. Sentiamo spesso chiamare l’intero paese “Santo Domingo” ma in realtà questo è il nome della capitale, una città magnifica che offre spunti culturali e storici di grande interesse.

Situata nell’isola Hispaniola, di cui occupa gran parte del territorio, si affaccia a nord sull’Oceano Atlantico e a sud sul Mar dei Caraibi. Raggiungibile da Miami e New York in poche ore di volo e in circa 8 ore dalle nostre città europee.

Il mare

Partiamo dal mare, certo l’elemento più conosciuto di questa meta, e non a torto! Con i suoi oltre 1600 km di costa ed il susseguirsi di spiagge considerate tra le più belle del mondo, si propone come il posto da sogno per una vacanza mare perfetta, con un’offerta ricettiva ampia e varia, numerosi resort “tutto compreso” e servizi all’ospite di alto livello.

Tra le tante menzioniamo le più famose : La Romana, Punta Cana, Bayahibe, o Samanà, molto amata dalle famiglie per il mix di mare e natura,  e ancora tutte le spiagge delle isole di Saona e Catalina che sono però parchi naturali protetti, con poche abitazioni e nessun resort dunque da visitare con escursioni giornaliere. Anche nella costa nord-ovest non mancano spiagge incontaminate e mare più adatto ai surfisti.

Ma, come anticipato, non solo mare e spiagge caratterizzano la Repubblica Dominicana. Accompagnati dal gioioso ritmo della musica merengue, qui il filo conduttore in ogni luogo, potrete esplorare luoghi che evocano la vita dei secoli passati, immergervi in parchi naturali, passeggiare sulle catene montuose o lungo i fiumi, fare shopping in quartieri ipermoderni o in tipici borghi. Per chi ama fotografare , sarà un susseguirsi di scenari perfetti per immagini da copertina ( o da social!)

Santo Domingo

La prima citazione è per la capitale, Santo Domingo, prima città fondata nelle Americhe, che ancora offre ai visitatori, nella zona coloniale, testimonianze della vita, dell’arte e dell’architettura dal XVI secolo, come il Museo de Las Casas Reales, il Museo del Hombre Domincano, l’Alcazar de Colon, la Catedral Primada de América, il Convento de los Padres Dominicos, la Casa del Cordón, la Casa de la Moneda, la Casa de Nicolás de Ovando, la Casa del Tostado, la Casa de Bastidas, il Panteón Nacional, l’Altare de la Patria, la Casa de Juan Pablo Duarte, il Parque Colón e il Reloj de Sol.

La città oggi offre anche zone contemporanee con le attrazioni più diverse, dai centri commerciali, ai locali notturni, locali per ballare ( e anche imparare) il merengue, negozi di moda e design e molti ristoranti, che propongono piatti di cucina locale, con un mix di culture differenti, e specialità internazionali.

Santo Domingo è stata consacrata Capitale Gastronomica per ben 2 volte negli ultimi 5 anni proprio per la varietà delle proposte e il perfetto miscelarsi di tradizioni e culture. Naturalmente anche qui è facile trovare belle spiagge allontanandosi poco fuori dal centro città.

Gli indiani Taino

La storia ed gli scritti raccontano dell’esistenza degli indiani Taino e la curiosità dei visitatori è soddisfatta dai numerosi siti archeologici e caverne che ne testimoniano la presenza attraverso pitture murali e oggetti che furono di uso quotidiano. Menzioniamo  il Parco storico di La Isabela, il Parco nazionale Los Haitises. La grotta di Jose Maria nel Parco Nazionale del Este e l’area archeologica  di Las Carita.

I Parchi naturali dal mare ai monti

Nell’isola ci sono quasi 30 parchi nazionali, ciascuno con le sue peculiarità e attività proposte ai visitatori, con una vasta gamma di specie di piante e di fauna. Il più famoso è il parco nazionale di Jaragua, nel sud-ovest , ricco di lagune , foreste tropicali, uccelli e tartarughe, sino alla costa che si apre con spiagge meravigliose. Tutta l’area sud-ovest offre riserve e parchi naturali che si estendono dall’entroterra al mare e sono meta di viaggi dedicati soltanto a quella zona: iguana, fenicotteri, coccodrilli, ma anche mare aperto , paradiso per i surfisti.

A nord avrete la possibilità di effettuare passeggiate, biking e trekking partendo dalla cittadina di Puerto Plata, e attraversando parchi avventura, cascate e sentieri . Potrete raggiungere anche la cima della montagna Isabel de Torres, oppure vivere esperienze acquatiche preso l’Ocean World Adventure Park.

Vi segnaliamo infine il territorio di Montecristi, detto anche “dromedario che dorme” in quanto si tratta di un promontorio da cui è possibile ammirare il panorama mozzafiato o addentrarsi nel bosco subtropicale attraverso la navigazione sui canali.

Certamente la nostra panoramica non basta per raccontarvi tutto, ma pensiamo di avervi aiutato ad avere un’idea di cosa fare e cosa vedere nella Repubblica Dominicana. Di certo troverete la zona che più vi attrae e potrete costruire un itinerario perfetto cercando poi dettagli e specifiche informazioni.

Intanto, come promemoria e riassunto, vi invitiamo a stampare il nostro crucipuzzle di viaggi dedicato alla Repubblica Dominicana . Trovate nello schema tutte le parole sotto elencate.


Crucipuzzle di viaggi sulla Repubblica Dominicana

Inizia a digitare e premi il tasto Invio per cercare:

Send this to a friend