COME ARRIVARE

Requisiti per l’ingresso

La maggior parte dei visitatori che arrivano in aereo, inclusi i viaggiatori provenienti da USA, Canada, Gran Bretagna, Unione Europea, Messico, e da molti Paesi dell’America Latina (per consultare la lista completa cliccare qui ), necessita di un passaporto valido e che non scada durante il soggiorno, per entrare nel Paese. Il costo della tourist card/Carta Turistica è stata inclusa nel prezzo del biglietto aereo e non è più necessario acquistarla separatamente.

A partire dal 1° luglio tutti gli aeroporti e le attività turistiche in Repubblica Dominicana hanno aperto al pubblico. Oltre ai moduli di immigrazione e doganali, devono compilare una Dichiarazione giurata sulla salute del viaggiatore che sarà consegnata per la linea aerea o pure per il personale dell’aeroporto. Inoltre, verrà pressa la temperatura a tutti i passeggeri al momento dell’atterraggio

In caso di soggiorni superiori a 30 giorni, verrà applicata una sovrattassa alla partenza, proporzionale alla durata complessiva del soggiorno. Gli importi applicabili sono consultabili qui, e il pagamento va effettuato presso l’Ufficio Immigrazione dell’aeroporto, superati il check-in e i controlli di sicurezza.

I diritti di imbarco  in uscita previsti per legge, dell’importo di 20 USD/20 EURO, se si viaggia con il charter devono essere pagati all’uscita dal paese, mentre nei voli  di linea sono inclusi nel prezzo del biglietto.

A partire dal 30 luglio tutti coloro che desiderano entrare nel paese, devono presentare un risultato negativo al test PCR per Covid eseguito negli ultimi 5 giorni. Nel caso di non disporre di questo esame, il personale governativo eseguirà un test rapido senza costi aggiuntivi per il passeggero.

Il rapido test diagnostico che verrà effettuato negli aeroporti dominicani a partire dal 30 luglio fornisce risultati affidabili in meno di 10 minuti attraverso un’analisi sierologica. I bambini di età inferiore ai cinque anni e i membri dell’equipaggio sono esenti da questa misura, che si aggiunge alla serie di protocolli precedentemente annunciati per l’applicazione di misure preventive nel settore del turismo. Tutti le misure possono essere consultate presso il Centro informazioni per i viaggiatori (www.drtravelcenter.com/es/) o sulla pagina del Ministero – MITUR (https://www.godominicanrepublic.com/es/prensa/coronavirus/ dove puoi leggere la sezione delle domande frequenti , contattarci tramite un form o chattare con noi per farci qualsiasi domanda dal lunedì al venerdì dalle 9:00am alle 6:00pm (orario di RD)

Visti

La Repubblica Dominicana rilascia visti turistici, per lavoro, per studio e visti permanenti. I visti turistici possono essere rilasciati per uno o più ingressi e possono essere prorogati fino a 60 giorni.

Qualsiasi viaggiatore, indipendentemente della sua nazionalità, può visitare la Repubblica Dominicana se è residente o possiede un permesso di uno dei paesi membri dell’Unione Europea o se ha un visto valido nel passaporto di uno dei seguenti paesi: Stati Uniti, Canada, Regno Unito o area Schengen.

I viaggiatori che non hanno un passaporto, visto o permesso di soggiorno dei paesi sopra citati, devono richiedere un visto. Per richiedere un visto è necessario un passaporto con validità minima di sei (6) mesi. Si consiglia di consultare la lista dei cittadini per i quali è necessario richiedere un visto turistico presso uno dei Consolati della Repubblica Dominicana all’estero.

Prima di mettersi in viaggio si consiglia di verificare eventuali aggiornamenti relativi ai requisiti per l’ingresso.

Dogana

È consentito introdurre nella Repubblica Dominicana:

  1. 20 pacchetti di sigarette, 25 sigari, o 200 grammi di tabacco; e
  2. (3) litri in totale di vino, birra, rum, whisky, o liquore.
  3. È possibile portare con sé regali per un valore complessivo di 500 dollari (cinquecento dollari americani) una volta ogni tre mesi.

Start typing and press Enter to search

Send this to a friend